Perché l’accettazione di Bitcoin deprime il corso Bitcoin

Quando le aziende accettano i Bitcoin, all’inizio sembra molto gratificante: più opportunità di acquisto, una maggiore infrastruttura di rete e una maggiore fiducia grazie al supporto di aziende rinomate. La medaglia a due facce spiega perché i grandi nomi della corsa continuano a spingere il Premio Bitcoin verso il basso. Perché l’accettazione di Bitcoin non è uguale all’accettazione di Bitcoin.

Cosa spinge i rivenditori ad accettare Bitcoin evolution?

l primo passo, la decisione del commerciante di introdurre i Bitcoin come metodo di pagamento è il primo passo per diventare un commerciante di Bitcoin evolution. Ciò offre ai concessionari vantaggi simili a quelli dei loro clienti:

Attraverso la piattaforma Crowdinvesting Zinsland potete integrare il vostro portafoglio: investite in un progetto di vostra scelta e assicuratevi un rendimento fino al 7% con scadenze tra i 10 e i 30 mesi. Questo mese riceverai anche un bonus di 100€* per il tuo investimento iniziale.

potenziato da finativo
Prevenzione delle frodi. A differenza delle carte di credito, ad esempio, i pagamenti non possono essere semplicemente cancellati (dai truffatori).
Risparmio sulle commissioni. Le commissioni sono trascurabili rispetto ad altre modalità di pagamento.

Nuovo mercato di nicchia. In termini di accettazione del Bitcoin, il Bitcoin continua ad essere un prodotto di nicchia. E l’integrazione come metodo di pagamento si rivolge al pubblico speciale degli appassionati di Bitcoin, che allo stesso tempo ti distingue dalla concorrenza.

L’accettazione non equivale all’accettazione
I modelli di elaborazione dei pagamenti di Bitcoin possono essere suddivisi in due categorie opposte: Insediamento nativo e Bitcoin As a Service. L’ultimo termine è stato scelto liberamente da me.

Commercianti Bitcoin evolution nativi

L’accettazione nativa è di solito ciò che si immagina nell’ambito del normale processo di pagamento per un acquisto con i Bitcoin evolution: Il cliente invia i Bitcoins, il rivenditore riceve i Bitcoins. Bitcoin come servizio.

Ho scelto l’espressione “come servizio” per questo modello perché i rivenditori che seguono questo metodo non accettano direttamente i Bitcoin. Si utilizza il Bitcoin solo per il pagamento, proprio come la carta di credito dell’acquirente, e non si vuole avere altro a che fare con esso. A differenza dell’integrazione nativa, il cliente paga i Bitcoin e il commerciante riceve denaro (ad esempio dollari o euro). A questo scopo, un servizio come Bitpay di solito entra in gioco, che si occupa dell’effettiva elaborazione dei pagamenti. Di norma, gli stessi negozi online non entrano in contatto con i Bitcoin, alla fine viene loro trasferito solo il denaro convertito.

This entry was posted in Bitcoin. Bookmark the permalink.

Comments are closed.